Yun Suknam, Genealogy. L’arte femminista coreana

yun suknam genealogy

Yun Suknam, Genealogy a cura di Eleonora Aracri

Sei la mia nostalgia 

Di saperti inaccessibile 

Nel momento stesso 

In cui ti afferro.

– Nazim Hikmet 

Genealogy (족보) di Yun Suknam, la madre dell’arte femminista Coreana.

Questa è una delle mie opere preferite dell’artista. La struttura è in legno a richiamare l’antica arte, molto semplice nella struttura, ma che entra in contrasto con i temi ed i soggetti dell’opera, due figure, la prima una giovane donna, la seconda una donna anziana, che ha commesso l’atto estremo del suicidio. Sullo sfondo i registri familiari, redatti solo sulla linea di sangue maschile senza riconoscere le mogli come membri della famiglia. Una riflessione dunque sul ruolo della donna nella famiglia, anche contemporanea.

Suknam Yu inizia il suo percorso di artista all’età di 40 anni. I suoi lavori hanno un’ispirazione comune, sua madre, almeno questo fino agli anni ’90. È stata per lei un forte modello, alla morte del padre, si è assunta tutte le responsabilità ed ha cresciuto 6 figli, senza mai lamentarsi. Permettendole di continuare gli studi. Questo aspetto l’ha profondamente influenzata, tanto da portarla a chiedersi quante donne nel corso della storia hanno fatto lo stesso.

Lei in una vecchia intervista ha dichiarato come nel 1979, l’arte era tale solo se pura e che concetti come femminismo erano tutt’altro che la normalità in Corea:

Tuttavia, la mia arte raccontava una storia, una storia che non era né politica né accademica. Ho trasmesso un messaggio attraverso l’arte e quel messaggio ha iniziato a essere etichettato come femminista con il passare degli anni.

 

Dopo gli anni ’90 la sua arte inizia a concentrarsi su altri aspetti, il modello da ora in poi sarà la sua storia di donna e artista di mezza età, appartenente alla classe media. Ma la sua è un’arte continuamente in crescita. 

© Foto rispettivamente di Hakgojae Gallery e Google Arts and Culture

 

Altri consigli sull’arte disponibili sul nostro Blog.

Questa recensione sull’opera Genealogy di Yun Suknam è stata redatta, elaborata e scritta da Eleonora Aracri che si ringrazia per il suo lavoro.
©
è vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
Se prendete l’articolo, si prega di citare.

Ele Aracri
Eleonora classe 1994, laurea in Giurisprudenza. Calabrese di nascita, nerd di adozione. Appassionata di libri e storia, Eleonora si occupa della rubrica #dramiamoinhanbok, in cui ogni mese vi consiglia un drama storico e lo collega ad un consiglio letterario di diversa natura. Durante il periodo di Halloween cura invece la rubrica #dramiamospooky. Tutte le mattine nelle stories Instagram seleziona articoli per la nostra rubrica in comune #rassegnadallacorea, per cui scrive anche degli approfondimenti.

Articoli che ti potrebbero interessare

Little Women Ep 1-2
Dramiamo

Little Women Ep 1-2

Tutto mi sarei aspettata tranne un inizio così promettente, esplosivo ed imprevedibile. Sì, perché Little Women è un thriller in piena regola, mi sono lasciata ingannare dal romanzo da cui è tratto, pensando genuinamente che si trattava di una saga familiare. Nessuno sembra essere la…

Leggi Tutto »
Coogie AOMG
K-pop

Scopriamo l’artista: Coogie

Kim Jeong-hun, aka Coogie è un rapper e compositore sud coreano, che ha raggiunto la popolarità dopo aver partecipato nel 2018 al programma Show Me The Money 777. Nel 2020 rilascia il singolo “Fadeaway” in collaborazione con Jvcki Wai, Paloalto, The Quiett, e Bassagong, con…

Leggi Tutto »